vortexDi Anton Bernhardt

Il futuro e’ arrivato, sotto forma di soluzione ai nostri bisogni energetici globali.

Il motore Aerodinamico a Turbina ad Aria (AATE), appropriatamente denominato “lo Ione di Cristallo”, rappresentera’ la rivoluzione energetica che stavamo aspettando.
Energia pulita che sfrutta la forza della natura per creare un movimento potente e sostenibile senza impatto nocivo per l’ambiente.
L’aria che respiriamo e’ la stessa aria che aziona l’AATE; non e’ richiesto vento.
Non si tratta di una macchina a moto perpetuo.
Quando ho sentito parlare per la prima volta della Rockwell Scientific Research (RSR) (Las Vegas, Nevada) e dell’AATE ero assai scettico.
Piu’ci pensavo, piu’ le mie sensazioni diventavano contrastanti.
Possibile che sia reale??.
I miei pensieri si alternavano fra l’incredulita’ e la fiducia.
Man mano che i molteplici potenziali utilizzi affollavano le mie vie nervose, il mio entusiasmo cresceva: un motore che funziona ad aria ambientale, senza serbatoi, combustione o cella a combustibile, e non produce fumi di scarico.
Il solo pensiero mi elettrizzava senza darmi requie.   Dovevo proprio vedere il motore di persona.

La nuova rivoluzione energetica.

Ricordero’ sempre il giorno che ho visto con i miei occhi il motore in funzione.
Lo scetticismo ha lasciato rapidamente il posto a un entusiasmo soverchiante.   Ecco il futuro, proprio davanti a me.
Il motore borbottava a 30k-plus rpm senza alcun carburante ne’ fumi di scarico.
La configurazione trasparente dell’involucro consentiva una visuale dettagliata dell’interno.   A parte i LED, non era presente alcun apparato elettronico.
Dato che la manopola di accelerazione lo mandava su e giu’ di giri, per me era del tutto evidente che si trattava di un motore autentico e non di un imbroglio.
Quello che mi ha davvero lasciato allibito e’ stato che non c’erano investitori che bussavano alla porta per partecipare a questa rivoluzione energetica;   avevo di fronte la soluzione definitiva alla crisi energetica in cui ci dibattiamo attualmente.
Cosa c’e’ che non va negli statunitensi del giorno d’oggi?.
Per quale motivo tutti dovrebbero essere cosi propensi a continuare a percorrere una strada lastricata di petrolio, carbone e tecnologie nucleari, quando tale percorso finisce per torturare la gente comune, sino a svuotarne le tasche?
Per quale motivo cosi tanti dei nostri validi giovani muoiono senza necessita’ per l’accesso al petrolio?.
Per quale motivo si spendono milioni di dollari nel commercio delle quote di anidride carbonica , e dove va a finire tutto quel denaro?   Le persone hanno davvero a cuore l’ambiente in cui vivono?.
I politici sono assai lesti ad addossare alle industrie un fallimento che e’ di natura squisitamente politica.

La storia  dell’inversione

In che modo, dunque, l’AATE e’ nato a nuova vita?.      Alla fine di aprile del 2005, Ron Rockwell della RSR fu invitato a conoscere l’inventore Haskell Karl, il quale sosteneva di aver costruito un motore alimentato solo con aria.
I due si incontrarono e, dopo aver esaminato tutto il materiale di Haskell (solo fotografie, schizzi e disegni) nonche’ approfondite discussioni telefoniche, Ron decise ti costruire nuovamente il motore facendo ricorso alla tecnologia attuale.    Sono certo che lo scetticismo imperava.
Comunque sia Ron era convinto che questa tecnologia avesse un valore effettivo e invito’il suo fidato collega, amico ed esperto Cliff Cruz a unirsi al suo team onde ricreare il motore.
Cosi, forte di dodici anni di esperienza in ricerche e sviluppo di vari dispositivi nel settore dell’alta tecnologia, la RSR elaboro’ l’AATE.
Agli inizi degli anni Sessanta Haskell porto’ il motore originario che aveva costruito ai Wyle Laboratories, affinche’ venisse testato.
I tecnici non riuscirono a comprenderne la modalita’ di funzionamento e chiesero all’inventore di lasciarlo lì, in modo di avere la possibilita’di sottoporlo ad altre analisi.
Haskell rifiuto’e se ne torno’ a casa con la sua invenzione.
Si stabili’ che l’AATE venisse presentato al presidente Kennedy in occasione di un incontro specifico.
Tuttavia, prima della presentazione programmata le persone che lavoravano al motore assieme a Mr. Karl scomparvero misteriosamente; poco dopo accadde altrettanto al motore stesso.
Correva voce che la Cina fosse disposta a pagarlo 100 miliardi di dollari, ma l’accordo sfumo’ allorquando un intermediario di cruciale rilevanza morì per un potente attacco cardiaco.
Haskell Karl si dileguo’, portando con se’ i documenti, i disegni originali e numerose fotografie raffiguranti il modo in cui costrui’ il motore.
Ora a distanza di circa quarant’anni, il motore e’ risorto.

Concetto e prototipo

Anche se all’epoca il concetto scientifico a monte del motore-implosione a vortice d’aria non venne compreso appieno, si opto’ per la possibilita’ di costruire un nuovo prototipo basato su analisi, disegni e fotografie.    Quindi si intraprese il compito.
Il laboratorio meccanico della RSR avvio’ la costruzione iniziale a maggio del 2005.   Il lavoro era arduo.
Si rese necessario costruire parti uniche, per alcune delle quali si produssero nuovi utensili.
Non  esisteva alcun manuale o libretto di istruzioni, quindi per costruire il motore, Ron e il suo team si videro costretti a fare affidamento sulle rispettive competenze, ingegnosita’ e creativita’.
Grazie alla tecnologia piu’ all’avanguardia, Ron e’ stato in grado di riprogettare e perfezionare aspetti che negli anni sessanta non erano alle portata.
Attraverso prove ed errori  (non molti di questi ultimi), nell’autunno del 2006 Ron e il suo team hanno infine ultimato il primo prototipo funzionante.

Reazioni di indifferenza

Entusiasti del risultato conseguito, Ron e i suoi organizzarono un viaggio a Washington, DC, onde presentare il motore al Dipartimento dell’Energia, confidando che quest’ultimo avrebbe  sposato questa inedita tecnologia.
Malauguratamente, Mr Rockwell e il Dr. Beverly della RSR hanno riscontrato l’indifferenza dei burocrati.   Serve aggiungere altro??
L’upinione pubblica doveva sapere che era disponibile la soluzione al problema energetico mondiale, quindi a novembre venne diramato un comunicato stampa a oltre duecento fra quotidiani e riviste.    Ancora una volta, colossale indifferenza:    gli organi di stampa erano maggiormente interessati alle notizie sulla guerra e sulle elezioni.

Problematiche relative a sicurezza e investimenti

Come nel caso di ogni tecnologia che promette ingenti profitti, la sicurezza rappresenta un problema.
Nel periodo dell’elaborazione vi sono state varie violazioni in tal senso ma, fortunatamente, sono state scoperte abbastanza presto da essere sventate.
Uno di tale episodi si è verificato nell’estate 2007, allorquando due individui ( denominati “avvoltoi”) hanno tentato di “impadronirsi della tecnologia”.
Hanno iniziato mettendosi in contatto con Haskell Karl, costringendolo infine a denunciare Ron Rockwell e promettendogli rapidi guadagni;   hanno inoltre contattato il capo meccanico e si sono incontrati con lui in diverse occasioni, per indurlo ad assisterli nello sviluppo del motore senza l’apporto di Ron.
Pur consapevoli di essere videoregistrati, hanno continuato la loro discussione con Cliff per farlo passare dalle loro parte e fargli abbandonare la RSR e il progetto del motore; costoro sono indagati a livello penale.   Come esito questa violazione ha determinato un grave ritardo nel completamento del motore ; ora la sicurezza e’ piu’ rigida che mai.
Numerosi soggetti si sono fatti avanti sostenedo di essere investitori, imprenditori d’azzardo nonche’ provvisti di capitale personale.
Molti di costoro non erano investitori bensì intermediari, agenti di borsa o individui i quali conoscevano qualcuno che voleva investire, ma in realta’ non avevano alcunche’ da offrire.
Anche questo fattore ha determinato perdite di tempo.
Lo scopo della ricerca di investimenti era quello di sviluppare, commercializzare e sostenere dispositivi, prodotti e servizi per la produzione di energia pulita che fossero innovativi e convenienti, in particolare quelli resi disponibile tramite i progetti tecnologici di proprieta’  riservata alla RSR.
Agli inizi del 2008 un dipartimento governativo ha invitato a fare richiesta per una serie di sovvenzioni disponibili esclusivamente per progetti energetici di nuova concezione, il che e’ sembrato piu’ promettente rispetto al primo incontro con il governo.
Le richieste erano complesse e richiedevano specifiche del motore assai dettagliate;   fornirle al governo non erano accettabile.
Poi, un individuo del rango elevato del governo messicano si e’ offerto per organizzare un incontro con il presidente del suo paese.
Inizialmente a Ron la cosa e’ apparsa assai valida;   quando il momento era ormai prossimo, l’incontro e’ stato posticipato e Ron ha iniziato a percepire che vi era qualcosa che non andava.
Lincontro non e’ andato a buon fine.
Come risultato in seguito, l’individuo in questione era in difficolta’ finanziarie e non aveva pianificato alcuna presentazione al presidente messicano;   il promesso viaggio a Washington era di fatto un meeting del NAFTA gia’ in programma, non un’occasione appositamente creata a beneficio di Rom.

Funzionamento e migliorie

Ordunque, cos’e’ esattamente l’AATE?
Si tratta di un congegno meccanico costruito per ruotare ad alta velocita’ senza che siano neccessari carburante, combustione o aria compressa.
Tale congegno rappresenta la soffisticata applicazione di un semplice principio scentifico e relativa tecnologia, da tempo noto nel campo delle energie alternative:   tecnologia dell’aria a implosione di vortice (VIAT).
Viktor Schauberger scopri’ il principio del vortice ed elaboro’ la tecnologia per spostare l’acqua con maggiore efficenza.   Il medesimo principio si applica al flusso d’aria.
L’AATE della RSR opera con l’aria ambientale, proprio quella che respiriamo, in assenza di serbatoi e di altre fonti di alimentazione.
Si crea nel motore un tornado che implode su se’ stesso, che di fatto accelera il flusso d’aria nuovamente nel tornado.
Ron e il suo team hanno fatto alcune importanti scoperte tecniche e rilevato potenziali problemi inerenti al progetto attuale, quindi hanno provveduto a ricostruire l’AATE con nuove specifiche.
Il livello del rumore e’ stato sostanzialmente ridotto e il surriscaldamento non ha piu’ destato preoccupazioni.
Haskell e’ rimasto assai contento delle migliorie apportate al progetto.
Restano da effettuare ulteriori test (ed esempio, presso i Wyle Laboratories) onde convalidare che l’AATE funziona come descritto ed e’ sostenibile.

Promesse per il futuro

La RSR offrira’ la “soluzione definitiva” al crescente problema energetico mondiale,  fine del ricorso a combistibili fossili, tutela delle risorse naturali, energia pulita a basso costo (zero emisioni), indipendenza dal petrolio estero, forze energetiche non distruttive e non degenerative derivanti dall’impiego della tecnologia, creando al contempo la domanda mondiale per la soluzione stessa.

Anton Bernhardt

1 luglio 2008
tratto da un articolo pubblicato su The American’s Bulletin,
luglio-agosto 2008, ristampato presso http://www.airturbineengine.com

Aggiornamenti della RSR sull’AATE

Per quanto concerne il Motore Aerodinamico a Turbina ad Aria (AATE) ricerca e sviluppo proseguono.
La Rockwell Scientific Research, LLC, ha acquistato dalle CWT Industries attrezzature per equilibratura computerizzata all’avanguardia.
Questo consentira’ alla RSR di effettuare sull’AATE regolazioni di bilanciamento estremamente precise, se neccessario secondo incrementi di 0.001 grammi.
Stiamo predisponendo l’albero motore principale con un disinnesto rapido onde facilitare un’agevole e veloce rimozione per l’equilibratura; questo richiede una specifica lavorazione a macchina onde adattare la linea di trasmissione della turbina.   Il risparmio di tempo risultera’ di enorme portata e incrementera’ il nostro flusso di lavoro.
Tali ottimizzazioni decuplicheranno le prestazioni del motore.
Presso la Rockwell Scientific Reseach, LLC e’ in costruzione una nuova sezione aggiuntiva, in fase di restauro e specificamente adibita a ospitare l’equilibratore;   sono inoltre ultimati i progetti per dotare la stanza di strumentazione video ad alta definizione per documentare il processo di equilibratura.

Dr. Bob Beverly
Rockwell Scientific Research
3 dicembre 2008

Articolo pubblicato da Nexus New Time  n°79  edizione italiana – Aprile Maggio 2009

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata