forconiIn questi giorni ho voluto avvicinarmi a quella che i media hanno battezzato come “protesta dei forconi” e che in realtà è il “Movimento 9 Dicembre”.
Si tratta di un movimento spontaneo nato dal basso (da quel che si diceva) e dall’idea di persone come Danilo Calvani che in questi giorni è su tutti i tg ed i giornali nazionali.
Scopo di questo movimento è quello di poter bloccare l’Italia organizzando blocchi stradali, ferroviari, scioperi, manifestazioni, cortei per mettere in ginocchio la nazione e riuscire a costringere la classe politica ad andarsene.
Molte domande quando ho letto questo, si sono formate nella mia testa, tipo, e dopo? Chi andrà su al potere? Perchè una classe politica di qualche genere, che diriga la nazione ed il popolo serve, per forza di cose, 60 milioni di persone non si autogestiscono. Ma andiamo per fatti.

Mi ci sono potuto avvicinare per una cosa soltanto, la mancanza di bandiere di partito, di simboli e la variegata quantità di persone, giovanissimi, giovani, adulti e persone di terza età; tutti di diversa estrazione sociale e partitica, diverse persone vicine alle posizioni delle destre, molti giovani vicini alle posizioni delle sinistre, tanti talmente schifati da non volerne nemmeno sapere, ma erano tutti in piazza con un idea, da una parte il nostro pensiero, si sta a manifestare tutti assieme per un obbiettivo comune urlando slogan contro governo, banche, partiti ed altro.

Una cosa che sinceramente non avevo mai visto.
Mi ci avvicino, conosco diversi manifestanti (alcuni li conoscevo già da molti anni) e trovo persone interessanti, belle, che mi hanno convinto a rimanere li, a conoscerle perchè questa situazione, per me, essendo in Italia e ancor prima a Ferrara aveva quasi dell’assurdo.

Iniziando a parlare con questi giovani, tocco subito il polso della situazione, tanto amaro in bocca, molta stanchezza per questa carenza di poter vedere e sentire un futuro che del resto ci appartiene se abbiamo 20 anni e tantissima energia! Una situazione stupenda, ma qualcosa non mi tornava, qualcosa non mi convinceva del tutto, non riuscivo a lasciarmi andare completamente da quell’entusiasmo che in queste circostanze dovrebbe esserci.

Un corteo di Roma

Un corteo di Roma

Arriva il 13 Dicembre e alle 16:15 a Ferrara si svolge un corteo a cui partecipano circa 400 persone, partito da piazza Castello, che si snoderà in viale Cavour, largo Castello, corso Giovecca, pausa davanti alla Cassa di Risparmio di Ferrara, via Bersaglieri del Po, piazza Trento e Trieste, pausa davanti al volto del cavallo, corso Martiri della Libertà e di nuovo piazza Castello per poi sciogliersi autonomamente avendo raggiunto l’obbiettivo.
Ho visto diverse persone aggregarsi al corteo spontaneamente, a detta loro perchè non erano presenti bandiere di partito seppur alla testa del corteo vi erano alcuni noti della scena politica ferrarese, accorsi alla protesta fin dal 9 Dicembre come “privati cittadini” e non come politici.
Il corteo è stato un successo, non ci sono stati incidenti e le persone erano felici di aver potuto dire la loro inoltre, molte persone ai lati della strada, salutavano e affermavano che di cortei pacifici così importanti a Ferrara erano minimo 20 anni che non se ne vedevano.

In piazza Castello, terminato il corteo, saluto i ragazzi che hanno dato linfa vitale a questa cosa e me ne torno a casa ma quella sensazione viscerale di qualcosa che non va serpeggia ancora nello stomaco.
Dopo quella manifestazione, in tutta Italia inizia un’epurazione di persone iscritte ai vari gruppi di Facebook facenti parte di questa protesta, questi gruppi erano stati aperti da un certo signor G (io lo chiamerò in questo modo) che pare fosse proprio il responsabile di tutta la parte Facebook nazionale.
Ecco che quel serpeggiare nel basso ventre inizia a salire come se stessi per dare di stomaco, qualcosa non va e ci sono vicinissimo, fuochino….

scientology-banner

Faccio alcune ricerche su internet con nome e cognome di questo fantomatico mister G e si scopre che ha fatto molti corsi di Scientology e che dovrebbe addirittura essere molto vicino a questa setta pseudoreligiosa, si, una setta.
Scientology è molto potente negli USA tanto da avere al suo interno politici e soprattutto molti volti noti dello showbiz come Tom Cruise, John Travolta, Nicole Kidman (che pare abbia lasciato…), Kirstie Alley, Lisa Marie Presley, jason Lee, Isaac Hayes, Chick Corea, Katie Holmes per dirne alcuni.
Alcuni siti, riportano anche alcune politiche interne come quella dell'<<attaccare chi ti attacca>> e riportano una delle regole interne:

« Se c’è una minaccia a lungo-termine, dovete valutare immediatamente e originare [inventare] una campagna di PR nera per distruggere la reputazione della persona e screditarla così accuratamente da causarle ostracismo. »
(Handling Hostile Contacts / Dead Agenting, Serie PR 24, 30 maggio 1974)

L'attore Tom Cruise che parla agli adepti di Scientology

L’attore Tom Cruise che parla agli adepti di Scientology

Rendiamoci conto che in paesi come la Francia, Scientology è completamente fuori legge per truffa, associazione a delinquere e uso illecito della farmacia; lo ha deciso il giudice francese jean-Christophe Hullin, che ha rinviato a giudizio le principali strutture dell’organizzazione religiosa <<made in USA>>.
Si tratta di un credo “utilitarista, pragmatico, il cui motto è che ciò che non è utile per una persona non serve”. “In questo influisce molto il pragmatismo cinese, dato che L. Ronald Hubbart, il fondatore, ha conosciuto il Buddismo quando si trovava in Cina”, ha sottolineato Guerra.

Lo studioso ha anche affermato che la Chiesa di “Scientology” è stata proibita anche in Germania e in Grecia: “In Germania il rifiuto è iniziato con un boicottaggio del film ‘Missione Impossibile’, i cui proventi erano in parte convogliasti nelle casse della ‘Chiesa’”.
Il Governo tedesco, in una nota del 1996, definiva il movimento “‘molto pericoloso e con tendenze totalitarie’. Nel 1993 il Governo degli Stati Uniti ha riconosciuto a ‘Scientology’ gli stessi diritti e la stessa condizione giuridica delle Chiese e delle confessioni tradizionali”.

Quindi, stringi stringi parliamo di un qualcosa che non è molto chiaro e che a detta di parecchi fonti nel web pare che manipoli mentalmente le persone, si prodighi nel lavaggio del cervello e tutte pratiche simili.
Non mi stupirei se questo movimento perchè di religione non si può parlare, possa essere vicino se non a braccetto con i servizi segreti americani o con “gruppi” come i Bilderberg, la Commissione Trilaterale, l’Aspen Institute o con famiglie come i Rockefeller, i Morgan o altri di questa schiatta di multimiliardari.
Questo spiegherebbe perchè ad un personaggio facente parte di questo movimento pseudoreligioso sia stata affidata la cura della comunicazione di una manifestazione o rivolta come la vogliamo chiamare così importante come quella in corso in Italia in queste settimane.
Tana_libera_tutti264861Non sono tendenzialmente un complottista, ma questo a me pare un disegno ben congegnato ed infatti, subito dopo che questo nome (il signor G) esce sui vari canali web italiani, arriva la scissione.
Un gruppo il giorno 18 Dicembre vuole portare il popolo in piazza e l’altro, per paura di “infiltrazioni” suggerisce di rimanere a casa, ovviamente il signor G fa parte di quelli che vogliono andare in piazza.
Cosa sa la dirigenza (Ferro) del gruppo che si astiene da Roma e che non ci dice?
Forse sa proprio che il movimento è già stato infiltrato ed è in corso un vero e proprio tentativo di golpe cavalcando l’onda del malcontento italiano e nel frattempo si mette in pratica la tecnica che queste persone utilizzano da almeno due millenni il ben noto <<dividi et impera>> così che se i loro piani andassero a quel paese (come sicuramente succedrà…) avranno comunque creato del caos nel quale creare nuove situazioni e schieramenti politici a cui far aderire le popolazioni.

Come si diceva quando giocavamo a nascondino da bambini? TANAAAA!

Tenete le orecchie “dritte” come i cani ed informatevi per bene, non è mai abbastanza…non è mai abbastanza!

Ecco alcuni link utili dal web:

http://denunceinrete.blogspot.it/2013/12/gabriele-baldarelli-e-li-per.html

http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2013/12/15/AQPiLUHB-scientology_scissione_calvani.shtml
http://www.giornalettismo.com/archives/758403/la-verita-di-jenna-miscavige-hill-su-scientology/
http://www.zenit.org/it/articles/cos-e-e-cosa-fa-scientology-un-esperto-risponde
http://xenu.com-it.net/txt/travoltafuga.htm
http://it.wikipedia.org/wiki/Scientology
http://it.wikipedia.org/wiki/Ufficio_degli_affari_speciali_(Scientology)

pernacchia

3 Risposte

  1. Luigi

    Egeregio sig. Boiardi,
    grazie per la sua legittima domanda perché mi da modo di chiarire meglio il concetto.
    “Scientology è apolitica” significa semplicemente che la Chiesa in quanto ente, i suoi legali rappresentanti, i suoi funzionari e collaboratori, nessuno di questi può, in rappresentanza della chiesa, dare direttive o indicazioni o suggerimenti ai fedeli su cosa votare e su chi sostenere in ambito politico-partitico.
    Le scelte politiche sono esclusivamente individuali.
    Quindi il “sig. G” si assume la responsabilità, nel bene e nel male, di ciò che sta dicendo e facendo.
    Questo è tutto.
    Cordiali saluti.

    Rispondi
  2. Pietro Boiardi

    Sig. Luigi Brembani

    Non mi è chiaro il concetto “Scientology è apolitica”.
    Il compito di noi adulti è “fare” politica, sempre, in qualsiasi ambito.
    Anche gli Angeli, manipolando i demoni, fanno politica, e i Demoni, manipolando il pensiero di milioni di umani, fanno politica, e così fanno politica gli Dei manipolatori degli Angeli.
    Il problema drammatico è la correttezza politica, il fine, le motivazioni di fondo.

    Rispondi
  3. Luigi

    Ho letto l’articolo “Forconi e Scientology” e devo dire che l’ho trovato alquanto divertente.

    L’Autore si presenta dicendo di non essere tendenzialmente un “complottista” ma nell’articolo avanza ipotesi non verificate, giungendo a conclusioni che sono solamente frutto di “dietrologia”.

    Partendo dal fatto che il “sig. G.”, come lei lo chiama, ha partecipato ad alcuni servizi religiosi di Scientology anni fa e che ora sembra si occupi della comunicazione di uno dei leader del cosiddetto movimento dei “forconi”, senza ulteriore effettiva indagine, lei è giunto alla curiosa conclusione che Scientology avrebbe infiltrato il movimento e che non si stupirebbe se fosse addirittura uno strumento dei servizi segreti americani.

    E per quale motivo?

    Mi chiedo cosa avrebbe scritto se al posto di un ex-scientologo ci fosse stato un ex-ebreo o un ex-cattolico o un ex-buddista. Avrebbe forse scritto che gli ebrei o i cattolici o i buddisti sono strumento dei servizi segreti americani che stanno cercando di dividere il movimento dei “forconi”?

    Intendo dire che è facile saltare a conclusioni fantasiose quando ci si attiene ai propri pregiudizi e alle informazioni prese solo da fonti antagoniste. Per onestà intellettuale avrebbe dovuto chiamare qualche portavoce della Chiesa di Scientology per verificare le informazioni.

    Ad esempio, lei scrive che in Germania ed in Grecia Scientology sarebbe proibita: ciò è falso.

    Scientology in Germania è presente da decenni con 7 chiese e una decina di missioni. Le chiese sono a Berlino, Amburgo, Monaco, Francoforte, Stoccarda, Hannover e Dusseldorf.
    A Berlino e ad Amburgo ci sono due tra le chiese di Scientology più grandi d’Europa (vedere: en.scientology-berlin.org e http://www.scientologynews.org/press-releases/grand-opening-scientology-ideal-organization-hamburg-germany.html)

    Per quanto riguarda la Grecia, dal 1997 ad Atene vi è la Chiesa di Scientology. (vedere: http://www.verbavolant.org/content/scientology-associazione-religiosa-anche-in-grecia)

    Tra le cose che ha scritto su Scientology ve ne sono alcune attinte da un articolo scritto nel 2004 da padre Manuel Guerra Gomez, un sacerdote cattolico spagnolo. Deve però sapere che quanto da lui scritto è stato smentito dal governo spagnolo nel dicembre 2007, quando il Ministero di Giustizia ha ufficialmente riconosciuto la Chiesa di Scientology come ente religioso, iscrivendola nell’apposito Registro degli Enti Religiosi. (vedere: http://www.scientology-europe.org/news/22/61/National-Church-of-Scientology-Recognized-in-Spain.html).

    Per quanto attiene la situazione in Italia, si deve sapere che Scientology ha ottenuto il riconoscimento della propria natura religiosa e della piena liceità delle attività delle sue 12 chiese e 30 missioni con la sentenza n. 1329, emessa l’8 ottobre 1997 dalla Corte di Cassazione e con la n. 4780 del 5 ottobre 2000, emessa dalla Corte d’Appello di Milano.

    E, per completezza di informazione, è di alcuni giorni fa (11 dicembre 2013) la notizia che anche la Corte Suprema britannica ha riconosciuto che Scientology è una religione e che la Chiesa di Scientology di Londra deve essere iscritta nel Registro dei Luoghi di Culto, in ossequio alla Legge 1885 di quel paese.

    L’unico fatto reale in tutta la storia da lei scritta è che una persona, che da anni non frequenta nessuna chiesa n’è missione di Scientology, il cosiddetto “sig. G”, per scelta personale si ritrova ad essere il braccio destro di uno dei leader del “Movimento 9 dicembre”. Questo è tutto.

    Può darsi che questo risulti fin troppo semplice, ma è tutto ciò che c’è di vero: il resto sono solo supposizioni, opinioni, illazioni, gossip.

    Scientology è apolitica, le scelte politiche dei fedeli sono esclusivamente personali e per esse se ne assumono individualmente la completa responsabilità, come è giusto e logico che sia.

    Scientology si occupa solo della crescita spirituale dei suoi fedeli, questa è la sua unica missione.

    Distinti saluti.

    Luigi Brambani

    Ufficio Affari Pubblici
    Chiesa Nazionale di
    Scientology d’Italia
    Via Cadorna 61 – 20090 – Vimodrone (MI)
    Tel. 02.27409157

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata